Vivere fino a 150 anni, attingiamo anche dalla medicina tradizionale cinese

In questo video parleremo della Cistanche Deserticola.

Ho scoperto questa particolare pianta molti anni fa durante i miei viaggi in Asia e come tante altre cose della medicina tradizionale cinese, della medicina in generale dell’Asia, ha migliaia di anni di storia alle spalle ed in occidente è totalmente sconosciuta, non sappiamo proprio che ci sia.

Ovviamente qui da noi non si trova, ma ha degli effetti veramente spettacolari.

La Cistanche Deserticola è un particolare tipo di pianta perenne, molto resistente, tipo un arbusto, è alta dai 30 cm al metro e mezzo, che assomiglia un pò ad un ananas, ad una pigna, ha steli spessi, carnosi ed alla sommità della pianta si producono dei fiori gialli molto grandi.

Ha una caratteristica particolare, vive solo nelle zone desertiche della Cina e del Pakistan.

La Cistanche è una forma di vita molto particolare, non ha clorofilla quindi non è verde, prende tutto quello che le serve per vivere ed anche l’acqua, facendo il parassita di altre piante, quindi è una pianta che si chiama oloparassita, praticamente parassita di tutto, fin dalle radici.

Come abbiamo detto si trova solamente nei deserti della Cina, in alcune zone del Pakistan, ma soprattutto si trova nella Mongolia interna, nel Gansu e nello Xinjiang; si attacca alle radici delle piante, che a loro volta crescono nella sabbia.

Queste aree desertiche rendono l’esistenza delle piante molto molto difficile: le condizioni sono veramente terribili, il clima è molto arido, i terreni sono poverissimi, ci sono variazioni di temperatura molto elevate, c’è tanto sole forte e veramente poca pioggia.

Durante i miei viaggi in Asia me ne hanno spesso parlato: ricordo che una volta sono andato ad un mercato di medicinali tradizionali cinesi a Macao e lì, assieme a tante altre cose molto strane, mi hanno parlato anche di questa sostanza, poi diverse persone che conosco nella zona di Hong Kong e circostanti, mi hanno raccontato più nel dettaglio le cose.

Il consumo di Cistanche quotidiano in Cina è tradizionale per la longevità, questo capita anche in Giappone ed in altre zone dell’Asia.

Storicamente Gengis Khan pare che la prendesse tutti i giorni.

La Cistanche di tipo selvaggio, cresce normalmente in natura, è stata molto sfruttata non solo per queste proprietà medicinali, ma localmente viene usata tantissimo come legna da ardere, per riscaldarsi, per fare da mangiare, quindi è diventata una pianta piuttosto rara.

C’è stata una crescente domanda nella zona dell’Asia, e si comincia anche un pò in occidente da parte di coloro che ne sanno qualcosa, quindi questa domanda crescente ha prodotto delle coltivazioni specifiche, che vengono adesso fatte per motivi commerciali.

La pianta in cinese è chiamata Rou Cong-Rong, perché il suo fusto principale ha una consistenza piuttosto carnosa, Rou, e gli effetti che ha sono il tipo calmante per questo viene chiamata Cong-Rong.

Viene anche chiamata in generale il ginseng del deserto: questa pianta, mi hanno raccontato, è utilizzata da più di duemila anni nella medicina tradizionale cinese, la prima volta è stata utilizzata durante la dinastia Han e viene usata per rafforzare lo Yin e potenziare il Qi.

E’ stata utilizzata soprattutto in preparazioni una delle quali, la più famosa insomma, è la pillola del ritorno della giovinezza, o Huan Shao Dan, in Giappone e nell’isola di Taiwan.

Cosa fa questa pianta: riduce la velocità dell’invecchiamento, quindi mantiene i giovani, rafforza lo Yin, che è l’energia vitale maschile ed è stata utilizzata anche per una serie di altri effetti, per curare la stitichezza, per proteggere lo sperma, quindi dare potenza virile, per curare le malattie renali, per trattare il tetano ed anche per ridurre la fatica del lavoro, che in passato era piuttosto intensa.

Ovviamente non parliamo di una molecola specifica ma parliamo di una pianta, quindi la Cistanche ha una struttura complessa, ha tantissimi composti volatili ed ha tantissimi altri composti che sono stati isolati separatamente.

In Cina ci sono altre specie, non c’è soltanto la versione Deserticola della Cistanche, c’è la Cistanche Salsa, la Tubulosa e la Sinensis, che poi alla fine vuol dire della Cina.

Spesso si trova, anzi, in commercio la Cistanche Tubulosa, perché ha affetti molto simili a quelli della Cistanche Deserticola, quindi spesso viene utilizzata al posto di quella, ma non è proprio esattamente la stessa cosa.

Quali sono gli effetti della Cistanche, in generale, sul nostro corpo e sul trattamento degli effetti degli invecchiamento?

La Cistanche sembra abbia degli effetti positivi sui telomeri, i polisaccaridi della Cistanche aumentano l’attività della telomerasi nel cuore e nel cervello, nei linfociti e nei macrofagi, anche l’acteoside, che è uno dei glicosidi feniletanoidi che si trovano nella Cistanche, è in grado di aumentare l’attività della telomerasi nel tessuto cardiaco e cerebrale.

Perché questo è importante: ricorderete, in altri video che abbiamo fatto, che i telomeri sono quelle sequenze di Dna alla fine dei cromosomi, sono spesso rappresentati come quelle cosettine di plastica che tengono ferme i lacci delle scarpe per evitare che si sfilaccino.

I telomeri per un meccanismo innato della suddivisione cellulare, si riducono in lunghezza ad ogni suddivisione, appunto, delle cellule e quando arrivano ad essere troppo corti praticamente le cellule non sono più in grado di riprodursi, di suddividersi, di funzionare.

Quindi, la telomerasi, che è uno specifico enzima che va ad allungare la lunghezza dei telomeri è l’obiettivo di una serie di trattamenti antiage, fino anche terapie geniche e così via.

Quindi, senza andare ad estremi come modificare il proprio DNA, con la Cistanche si potrebbe dare comunque una botta di vita ai telomeri, riallungandoli e quindi prolungando la durata e le funzionalità delle cellule.

Parliamo poi dei mitocondri: abbiamo visto dei mitocondri sono le centrali energetiche del nostro organismo, sono piccoli organelli che si trovano all’interno di tutte le cellule del corpo e producono l’energia, l’ATP, la particolare molecola che è un pò la benzina delle nostre cellule.

I mitocondri, però, nel loro funzionamento producono una grande quantità di radicali liberi, quindi producono delle molecole che sono molto pericolose, sono come proiettili che vanno a bucare e distruggere le superfici, quelle di mitocondri stessi, molto spesso.

La Cistanche va a recuperare e rimuovere 5 radicali fondamentali: lo fa andando a rimuovere direttamente questi radicali liberi, ed anche, bloccando la produzione ed andando a regolare gli enzimi antiossidanti che sono legati al metabolismo dei radicali liberi.

Addirittura ha 9 diverse sostanze che vanno ad attivare questa funzionalità di rimozione dei radicali liberi; come abbiamo detto migliora ed aumenta la produzione di antiossidanti endogeni, cioè sostanze antiossidanti che già l’organismo produce da se normalmente, per esempio aumenta i livelli di glutatione mitocondriale e, in molte altre ricerche, si è visto che fa aumentare una cosa chiamata superossido dismutasi.

Non soltanto questo, ma la Cistanche va ad aumentare la produzione di ATP stesso, i mitocondri alla fine producono l’ATP, che è questa molecola che serve a dare energia a tutto l’organismo, se manca l’ATP non funziona una serie di sottosistemi, per esempio quello immunitario.

L’ATP viene prodotta in quantità maggiore grazie all’attività della Cistanche, soprattutto nei complessi mitocondriali etichettati come numero 1 e numero 3, soprattutto il numero 1 ne beneficia in misura molto maggiore.

Questo è importante, perché il complesso mitocondriale 1 è comunque una fase limitante nella regolazione di una cosa importante chiamata fosforilazione ossidativa, essenzialmente possiamo dire che la Cistanche fa funzionare meglio questi generatori di energia.

Si è visto che, in culture cellulari neuronali, questa sostanza ha aumentato l’espressione delle Sirtuine 1 e 4; per quanto riguarda i meccanismi di riparazione del DNA, alcune delle sostanze della Cistanche, sembra vadano ad aumentare il tasso di riparazione, quindi più DNA viene riparato, più velocemente, questo è importante perché sappiamo che il DNA si danneggia costantemente tutti i momenti, tutti i giorni, sempre di più col passare del tempo con l’invecchiamento, ma anche se ci si espone al sole, a radiazioni e così via.

La Cistanche ha un effetto importante nel ridurre i livelli di un fattore speciale chiamato fattore di necrosi tumorale alfa, riduce anche l’Interleuchina 1 e l’Interleuchina 6.

E’ anche potente come immunostimolante, perché agisce su diversi punti del sistema immunitario: a livello cellulare i polisaccaridi della Cistanche potenziano l’attività fagocitaria dei macrofagi, e questo è importante, perché abbiamo visto che i macrofagi sono quelli che vanno a rimuovere le cose negative dell’organismo, quindi l’attività fagocitaria semplicemente è il fatto che questi macrofagi vanno a mangiare di più le cose brutte inglobandole e distruggendole.

In uno studio se visto che la Cistanche ha ridotto in modo importante il grado di iperplasia della mucosa e le infezioni intestinali da Helicobacter: ricordiamo che l’Helicobacter è un particolare tipo di batterio che, per esempio, l’Helicobacter pylori va a produrre l’ulcera, questo perché la Cistanche fa aumentare il numero di macrofagi e di cellule naturali killer.

Può produrre un aumento significativo delle cellule T, che sono cellule sempre importanti nel sistema immunitario, ne abbiamo già parlato, e questo aumento di cellule T native presenti, produce normalmente un prolungamento della durata della vita ed una riduzione della frequenza in cui si formano i tumori.

La Cistanche si è visto che ha effetti benefici sulle ossa in generale, perché diminuisce l’attività degli osteoclasti ed aumenta l’attività degli osteoblasti.

Abbiamo visto che gli osteoclasti sono quelli che distruggono l’osso e gli osteoblasti sono quelli che ne creano di nuovo, questo è molto importante, specie per le donne in menopausa che rischiano l’osteoporosi.

Questo effetto è ottenuto nel dettaglio, perché la Cistanche aumenta la fosfatasi alcalina, la proteina morfogenica ossea, l’espressione del mRNA dell’osteopontina e la mineralizzazione ossea, tutto questo analizzato in vitro.

Una cosa che fa la Cistanche è di promuovere la produzione di osteoblasti a partire dalle cellule staminali mesenchimali, cosa vuol dire: che le cellule staminali, queste cellule in grado di produrre qualunque tipo di cellule nuove, vanno a produrre più osteoblasti che, a loro volta, producono più osso.

Alla fine di tutta questa cosa complicata, qual è l’effetto?

Che si ha una maggiore resistenza delle ossa, una maggiore densità minerale delle ossa e quindi un miglioramento anche della microarchitettura ossea trambecolare, si dice.

Cosa vuol dire: sono una serie di strutture interne, immaginiamole come degli archi, come delle travature eccetera, che migliorano e quindi rendono l’osso, pur essendo poroso, più robusto, ha più minerali quindi anche a livello della singola sostanza di cui è fatto, è meglio, quindi si riducono gli effetti negativi dell’osteoporosi, le ossa alla fine sono più robuste, si spezzano meno di frequente, sono in grado di reggere maggiori carichi.

Una cosa importante che fa la Cistanche Deserticola, è la riduzione dei livelli di glucosio nel sangue, sia a digiuno, sia dopo i pasti: questo migliora l’effetto di resistenza insulinica e la dislipidemia.

Pare riesca a migliorare la tolleranza al glucosio, quando si assume troppo amido, e questo a sua volta ha un effetto positivo su tutta una serie di meccanismi, ma soprattutto sul famoso Age, l’Advanced Glycation end products, questa sostanza molto negativa che si forma quando c’è un eccesso di zucchero, di glucosio nel sangue.

E’ noto come effetto esterno che contrasta la fatica, quindi riduce l’accumulazione dell’acido lattico e si migliora lo stoccaggio dell’energia nei muscoli.

Abbiamo parlato della virilità maschile: in questo senso la Cistanche è stata usata veramente per migliaia di anni in Asia e si dice che produca un miglioramento nelle prestazioni virili dell’uomo.

Addirittura una leggenda cinese dice che, siccome Gengis Khan ha avuto tantissimi figli, questo era dovuto al fatto che assumeva sempre tutti i giorni la Cistanche.

E’ stata raccomandata per curare le disfunzioni erettili ed altre cause dell’impotenza ed anche per potenziare l’attività sessuale maschile, aumentando la produzione di testosterone e proteggendo lo sperma.

Addirittura si dice ci fossero dei castrati che riuscivano lo stesso ad avere delle prestazioni grazie al fatto che assumevano la fantastica Cistanche deserticola.

Per quanto riguarda gli effetti sul cervello, ci sono molte prove che la Cistanche migliori la funzione dei nervi, quindi produce anche un miglioramento delle prestazioni mentali.

Nel dettaglio va ad aumentare una cosa particolare chiamata fattore di crescita neuronale, previene la morte neuronale e supporta la formazione di sinapsi, che sono questi collegamenti elettrici fra un neurone e l’altro: i neuroni sono le cellule che stanno all’interno del cervello e lo fanno funzionare, e sembra, che migliori molto le funzionalità di memoria, specialmente di memoria cosiddetta a breve termine, quella cioè che ci permette di ricordare cose come ” dove abbiamo parcheggiato l’automobile”, ” che cosa dobbiamo comprare al supermercato” e cose di questo tipo.

Questo tipo di memoria a breve termine è esattamente quello che va a diminuire, a danneggiarsi con l’età e quindi, tipicamente, quello che succede quando si comincia avere sintomi di demenza senile, è il fatto che si esce di casa e non si sa perché si sia usciti, dove si voleva andare, cosa si voleva fare; si parcheggia la macchina e non si sa più ritrovarla, e cose di questo tipo.

La Cistanche è stata da sempre utilizzata per ridurre questo tipo di effetti o addirittura curarli del tutto.

Questo perché: l’aumento del fattore di crescita neuronale fa sì che aumenti la differenziazione delle cellule neuronali, la lunghezza dei neuriti e la formazione di sinapsi, specialmente nell’ippocampo.

Questo tipo di meccanismi di collegamento, fra neuroni e così via, è esattamente quello che serve, anche nell’immediato, per la memoria a breve termine, quella appunto che permette di ricordarci cose molto banali ed è questo tipo di plasticità del cervello la prima cosa che viene a mancare.

Con la Cistanche andiamo a curare questo e poi chiaramente avrà effetti anche più a lungo termine.

Si è visto anzi, che chi assume questa sostanza è meno stressato e le concentrazioni di corticosterone sono ridotte.

Parlando della pelle e dei capelli, quindi della parte estetica esterna, si è visto che la Cistanche deserticola riduce l’attività della tirosinasi, della collagenasi e delle elastasi: questo preserva la pelle con l’avanzare dell’età, quindi mantiene la pelle elastica e giovane.

Per quanto riguarda i capelli in molti studi clinici si è visto che la densità ed il diametro dei capelli nei pazienti che la assumono, comincia ad essere significativamente migliorato dopo 4/5 mesi di assunzione.

Parlando di effetti collaterali, la Cistanche è considerata una medicina tradizionale estremamente sicura in Cina, questo è da migliaia di anni così.

Le reazioni più negative sono nausea, vomito, dolori addominali, vertigini.

Quant’è la dose giornaliera? La dose giornaliera raccomandata per l’estratto di Cistanche tubulosa è tra i 100 ed i 400 mg, ma è difficile trovare questo tipo di raccomandazioni per la Cistanche deserticola: la farmacopea cinese raccomanda fino a 9 grammi al giorno ma un’idea buona potrebbe essere quella di mantenersi fra il mezzo grammo e il grammo al giorno.

Ricorda che la medicina ufficiale è importante e vanno seguite le indicazioni dei medici abilitati.

Non diciamo che queste cose si vanno a sostituire ad una vita sana, a una dieta equilibrata e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questi sono potenziamenti che ci fanno rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

two + ten =