Per vivere fino a 150 anni è importantissimo ridurre al minimo lo stress

Lo stress è noto che riduce le difese immunitarie: le difese immunitarie sono quelle che ci proteggono da ogni tipo di infezione esterna, ma anche dal malfunzionamento del nostro apparato interno, lo sviluppo dei tumori, del cancro e così via; per esempio è determinato dal fatto che il nostro sistema di controllo qualità interno, come abbiamo visto nei video sulla scienza, non funziona correttamente.

Ci protegge tutti i santi giorni da cellule di questo tipo, che vanno nella direzione di diventare cancerose, tumorali, tutti i giorni, ogni momento, basta che ne sfugga una ed effettivamente si può sviluppare questo tipo di gravi malattie.

Quindi è importantissimo il sistema immunitario.

Ci sono statistiche disponibili per cui si vede che la popolazione più, povera e specialmente quella con disagio mentale, che produce quindi anche forte stress, ha più prescrizioni di antibiotici quindi, vuol dire, che statisticamente queste persone si ammalano con maggiore frequenza.

La maggiore frequenza di malattie è molto indicativa del fatto che si ha un sistema immunitario compromesso, ed il sistema unitario compromesso è legato, quindi, al tipo di vita che si conduce.

Nelle aree più ricche del mondo, in paragone ad aree più povere all’interno degli stessi stati, mostrano una minore tendenza di prescrizioni, per esempio, di antibiotici ed anche di altre sostanze che servono a curare malattie che sono determinate da infezioni dal mondo esterno.

Quindi questo indirettamente ci dice che la differenza delle condizioni di vita, e soprattutto del fatto che uno sia più agiato o meno agiato, produce più o meno stress e quindi più o meno effetti collaterali come malattie più frequenti.

In generale lo stress è noto che accelera il processo di invecchiamento: lo stress chiaramente ed anche sfortunatamente, è una cosa che capita inevitabilmente e durante qualunque punto della nostra vita.

Lo stress è esattamente come l’invecchiamento, una parte che si riteneva naturale della vita e lo si è sempre ritenuto inevitabile, noi siamo qua per dire che non è proprio così, ed esattamente come con l’invecchiamento molti sistemi del nostro organismo vanno decadendo, funzionano meno bene, hanno meno efficienza, anche la risposta allo stress, alle condizioni stressanti, quando si è giovani e quindi resilienti, è molto diversa.

Soprattutto non produce questi effetti negativi su tutto il resto del corpo dell’organismo in cascata.

Registrati per ricevere il tuo elenco personalizzato e gratuito delle sostanze necessarie per i 150 anni di vita.

Fino all’ultimo in ottima salute.

Vai su www.mev.cx.

Registrati e ricevi l’invito esclusivo e non cedibile al Programma 150 Anni.

Man mano che si invecchia le difese naturali del corpo, gradualmente, cominciano a funzionare meno bene, e rendono quindi più difficile mantenere il passo con le condizioni stressanti, con l’ansia, che derivano dalle normali condizioni di vita, poi chiaramente dipende dal che tipo di vita che conduce ciascuno, di quanto il fato è stato benigno o maligno con ogni singola persona.

Si potrebbe pensare che, anche il fatto di diventare vecchi produce dello stress: pensiamo a quello che succede alle persone a cui si vuole bene, possono a loro volta invecchiare, a loro volta comunque avere una vita più difficile, ammalarsi, e questo produce tanto stress, sul compagno di una vita o comunque anche solo sugli amici, sui parenti.

Poi prevedere in un futuro abbastanza prossimo un continuo declino nella salute e nelle condizioni di indipendenza ed anche la possibilità di trovare lavoro, per esempio, sono tutte cose che sono molto disorientanti fanno molto per aumentare i livelli di stress e di ansia.

Fortunatamente per se stessi e per le persone a cui si vuole bene, sono disponibili diversi modi per ridurre il livello di stress, o per quanto meno mantenerlo sotto controllo, e vivere un’esperienza di invecchiamento, in attesa di fermarlo e farlo tornare indietro, meno stressante possibile.

Ma cosa succede al nostro corpo quando siamo stressati: quando ci sono dei problemi sia psicologici che emozionali, il nostro corpo rilascia degli ormoni dello stress che sono per esempio il cortisolo o l’adrenalina.

Questi ormoni dello stress sono utili per fornire energia e concentrazione a breve termine così che si possa gestire in modo corretto la situazione che si ha per le mani; pensiamo in un’epoca del passato quando si doveva scappare da un predatore che ci voleva mangiare, o quando si doveva comunque avere una situazione di scontro con un altro animale della stessa specie, pensate ai cervi che si prendono a cornate fra maschi, per esempio.

Tuttavia questo tipo di condizione deve essere momentanea ed essere una botta di vita, poi devono rientrare questi ormoni, altrimenti abbiamo una condizione che si chiama “condizione di stress cronico” e se questa si mantiene per anni ed anni, può portare ad un sovraccaricamento di questi ormoni da stress, quindi questo produce un sbilanciamento molto negativo nel nostro corpo.

Gli ormoni dello stress in maniera eccessiva, sono stati collegati alle malattie di cuore ed alla pressione alta, per esempio, e tutta una serie di altre problematiche che derivano, in generale, dal fatto che si ha un sistema immunitario che si ritrova indebolito e si producono poi effetti anche sulla psiche per esempio la perdita di memoria.

Quando l’adrenalina è costantemente presente dentro al sistema cardiocircolatorio, piccoli capillari ed in generale comunque, tutte le vene, le arterie, le tubazioni del sistema sì irrigidiscono, e quindi producono un minor flusso di sangue, rispetto a quello che sarebbe necessario.

Per esempio un effetto collaterale di queste cose a lungo termine è il fatto che si perde visione, si perde capacità visiva, si perdono le capacità auditive, quindi col diventare vecchi alcuni diventano sempre più sordi e ci vedono sempre meno per questo motivo, anche.

Sul lungo termine il cervello perde la sua capacità di regolare gli ormoni dello stress, e questo non soltanto contribuisce a uno sbilanciamento ormonale, ma ulteriormente produce un aumento dei livelli di stress nelle persone anziane, e questo anche al di fuori del nostro organismo.

Una persona che ha dei livelli di stress cronicamente sbilanciati, è più probabile che faccia delle scelte di vita poco salutari, e quindi questo, sia dal punto di vista dell’alimentazione, perché magari si compensa mangiando cibi dolci che sono chiamati “comfort food” in America, il cibo che ti conforta, e bevendo magari troppo ed anche andandosi a cercare, per esempio, sesso occasionale, questo può portarti alla trasmissione di malattie veneree a te e magari anche a tutta la famiglia.

Quindi questa serie di condizioni patologiche, pensiamo a persone che addirittura arrivano a drogarsi, per esempio, causa altri problemi aggiuntivi di salute.

Quindi è un po’ un circolo vizioso, perché lo stress accelera l’invecchiamento e l’invecchiamento causa lo stress.

Le condizioni stressanti poi vanno ad inficiare il corpo a livello cellulare.

I telomeri, di cui abbiamo parlato in tanti video, sono al centro dei discorsi dell’anti Age, sono questi punti terminali protettivi in fondo al DNA, si riducono nel tempo, e questo è un problema.

Questo processo, non soltanto è negativo e si sta cercando di rallentarlo, ma si è visto che può essere velocizzato quando il corpo è in condizioni di stress: quando i telomeri diventano troppo corti, le cellule non sono più in grado di suddividersi e questo produce una serie di effetti, per esempio, si è notato che questa riduzione della dimensione di telomeri è collegata all’insorgere delle malattie di Parkinson, del diabete, delle malattie cardiovascolari, ed anche del cancro.

Quindi cosa possiamo fare per cercare di compensare, di ridurre questo tipo di effetto negativo quasi inevitabile.

Teniamo conto che ridurre il livello di stress complessivo, può migliorare, sicuramente migliora, il tuo livello complessivo di salute, ma allo stesso tempo se si migliora la propria condizione fisica, si migliora la propria salute, si riducono i livelli di stress.

Quindi prima di tutto, bisogna assumere gli integratori di cui parliamo, perché questo migliora le condizioni di salute, riduce i disturbi che uno può sperimentare e questo automaticamente riduce i livelli di stress.

Ma dopo il trattamento di tipo diciamo terapeutico, l’assunzione di integratori così via, l’altra cosa importante da fare è un’alimentazione sana e variata, come si dice, quindi evitare di bere troppo ed evitare di mangiare cibi spazzatura.

Un’altra cosa molto importante che si può fare è ridurre il livello di stress a livello psicologico e sociale, e quali sono alcuni trucchi per questo: per esempio bisogna avere una connessione salda con le persone a cui si vuole bene.

Una vita sociale sana produce un grande miglioramento nella propria autostima e nella qualità della vita e nella salute in generale.

La solitudine l’isolamento sono collegati a tutta una serie di condizioni negative sia fisiche che mentali.

Un’altra cosa importante è di restare attivi fisicamente; basta anche soltanto una passeggiata a passo veloce di mezz’ora o anche una sessione di yoga: sono un delle cose che riducono il livello di stress, perché comunque producono relax; quindi quando uno si sente stressato, arrabbiato, una passeggiata magari passo anche veloce, ti stanchi un po’, e ti scarichi.

Dopodiché è importante distrarre la mente, perché si tende se nò a focalizzarsi troppo sulle cose negative dell’istante, del momento, della vita, le cose che non vanno come si vorrebbe e così via.

Quindi è importante avere attività stimolanti, come leggere libri, come fare dei puzzle e fare anche dei giochi anche da tavolo, magari non da soli ma con altre persone con le quali ci sentiamo bene; tutto sommato quello che fanno molti anziani di andare in osteria e giocare a carte con gli amici bevendo moderatamente un po’ di vino non è affatto un’idea stupida.

Un’altra cosa molto importante è il sonno: un grande produttore di stress è il fatto di avere una ridotta qualità del sonno o dormire troppo poco dormire male e così via.

Poi chiaramente, ça va sans dire, non bisogna neanche dirlo, ma si possono cercare di evitare le condizioni stressanti! Se si sa che una certa cosa ci fa arrabbiare, ci dà fastidio, cerchiamo di non finirci dentro in qualche maniera, non frequentiamo persone che sappiamo essere negative, che ci danno fastidio, evitiamo di andare in certe zone della città, evitiamo di fare certe cose, evitiamo di prenderci certi impegni che abbiamo visto, nel passato, ci hanno prodotto stress, fatica anche soltanto mentale.

Non sempre è possibile, per carità, ma certe volte ce le si va anche un po’ cercare!

Quindi si può cercare di cambiare il proprio stile di vita, di non dire sempre di sì, per esempio, anche se non si vogliono fare certe cose.

Tutta la categoria è quella del fatto che ciascuno di noi ricopre un certo ruolo, come fossimo a teatro ed ognuno di noi è una maschera davanti al viso, ci si aspetta che uno sia una buona mamma che sia una buona moglie un buon marito e così via.

Non è detto che dobbiamo sempre essere fedeli a questa maschera che ci hanno imposto: in casi anche un pochino più pesanti, si può cercare un aiuto professionale, non è una cosa così brutta andare dallo psicologo, andare dallo psichiatra, prendere anche qualche sostanza, ci sono molte sostanze delle quali noi parliamo che fanno bene per la salute, per il cervello e per l’umore.

Alcune sono molto specifiche, non è affatto una cosa di cui vergognarsi, il fatto di dire:” ma io provo troppa ansia, prendo un ansiolitico” per esempio, ovviamente, sempre sotto prescrizione medica di un professionista, non andate a prendere cose strane che alterano la mente, così solo per provare o perché lo fa un amico.

Come cosa ultima ” last but not least”, come dicono in America, lo diciamo in fondo ma non è certamente da mettere in fondo alla lista, è il fatto di prendersi cura di se stessi e poi anche di quelli a cui si vuole bene.

In questo il Programma 150 Anni, per esempio, è molto importante come effetto psicologico, lo abbiamo già detto, ribadiamolo, anche il fatto di non lasciarsi andare, dire: ” vabbè sbrago, non ce la faccio, mangio male, bevo!” e poi sentirsi uno schifo perché ci si tratta male, ” non rispetto neanche a me stesso, non rispetto il mio corpo, non faccio qualcosa di positivo per me”.

Ecco, questa è una delle cose più brutte che possono succedere più negative e producenti stress e ti fa entrare una spirale di abbrutimento.

Quindi fare qualcosa per se stessi per la propria salute anche di coloro a cui si vuole bene, per esempio, è entrare dentro un programma anti age di qualche tipo.

Il nostro può essere uno, ma ce ne possono essere anche altri; fare qualcosa di positivo, vedere che ci si prende cura di sé, avere piccoli rituali come anche il fatto che, ” ogni mattina prendo quella pillolina lì perché questa cosa mi fa bene”, è stupido se ci pensiamo, ma ha un effetto importantissimo perché l’inconscio reagisce a queste cose, quindi noi consciamente, magari, pensiamo pure ” ma che stupidaggini!”, ma a livello inconscio, il fatto di avere dei rituali di salute, di benessere, avere questa consapevolezza, anche solo questa speranza, di stare facendo qualcosa di positivo per sé e per coloro a cui si vuole bene, è qualcosa che fa un effetto enorme a livello psicologico e buona parte dei sistemi, per esempio anche l’emissione di ormoni dello stress, sono controllati alla fine in un modo o nell’altro dal cervello, dal sistema nervoso, dalla psiche a livello conscio o ancora di più probabilmente a livello subconscio.

Quindi prendersi cura di se stessi, cercare di trattarsi bene, è la prima cosa per poi essere positivi anche verso le persone che stanno intorno a noi.

Ricorda che la medicina ufficiale e’ importante e vanno seguite le indicazioni dei medici abilitati.

Non diciamo che queste cose si vanno a sostituire ad una vita sana, a una dieta equilibrata e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questi sono potenziamenti che ci fanno rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

two × 5 =