Le camere iperbariche: respirare ossigeno ad alta pressione allunga veramente la vita

Oggi vedremo un’intervista fatta a Samir Patel della OxyHealth, una società che si occupa di produrre camere iperbariche a basso costo.

Ho incontrato Samir a Los Angeles, durante una fiera nella quale faceva queste dimostrazioni ed abbiamo parlato abbastanza a lungo di quello che sono questo tipo di nuova tecnologia.

In generale la camera iperbarica è una cosa che è stata sempre utilizzata nel mondo, per esempio, delle immersioni subacquee, di coloro che facevano i palombari, quindi per lavoro dovevano andare a grandi profondità e per varie ragioni, magari, dovevo tornare in superficie troppo presto, non potendo fare quella che è chiamata decompressione.

Quindi, cosa succede, l’azoto si scioglie nel sangue di questi palombari e poi torna sotto forma di bollicine, creando una situazione molto grave che può essere recuperata soltanto rifacendo quello che è la decompressione, cioè stare fermi per un certo periodo di tempo a differenti profondità.

A differenti profondità c’è una differente tipo di pressione dell’acqua attorno a noi, quindi l’aria che immettiamo nei nostri polmoni, a sua volta, deve avere una pressione tale per cui si possa espandere la gabbia toracica.

Chiunque abbia provato ad immergersi sa cosa vuol dire, se ti immergi oltre una certa profondità, non importa quanto sei forte, non riesci ad espandere i polmoni, non riesci a respirare, quindi non basta mettere un tubo che ti collega alla superficie per respirare, l’aria deve essere anche ad una pressione adeguata per compensare quella dell’acqua circostante.

Questa è la teoria, poi si è visto che le camere iperbariche facevano guarire più rapidamente le ferite; le persone che erano sottoposte a questo tipo di trattamento avevano dei miglioramenti, dei giovamenti del loro stato di salute.

Tutto questo ha portato a pensare che quindi si potesse utilizzare questo trattamento ad alta pressione anche per effetti positivi sulla salute e c’è tutto un movimento adesso nel mondo antiage, del fatto che passare del tempo dentro una camera iperbarica, faccia sì di mandare più ossigeno nei tessuti e quindi superare quello stato patologico, costante, che abbiamo di troppo bassa ossigenazione.

Quindi stare in una camera iperbarica è diventata una moda, ci sono calciatori, attori di Hollywood, molte persone che passano diverso tempo, diverse volte alla settimana in una camera iperbarica.

Esistono dei trattamenti che vengono forniti anche in centri che assomigliano molto a dei solarium, dove si va, si sta dai 40 minuti anche fino a 2 ore in questa camera e si nota un ringiovanimento misurabile delle cellule del corpo, quindi è uno strumento importante che dà risultati misurabili.

Ci sono diversi problemi: uno è che una camera iperbarica che sia satura solo di ossigeno è molto pericolosa, perché l’ossigeno può prendere fuoco o comunque far diventare combustibile qualunque cosa con cui entri in contatto.

Sono morti tre astronauti durante gli esperimenti per le missioni Apollo per andare sulla Luna, negli anni 60, all’interno di quella che fu poi ribattezzata Apollo 1.

Il problema era che l’atmosfera interna era di ossigeno puro e questo ha reso combustibili anche gli isolanti dei fili: è bastata una piccola scintilla e sono morti carbonizzati tutti e tre in pochissimi istanti.

Dopodiché nelle missioni Apollo non si è più utilizzata un’atmosfera di ossigeno puro per le astronavi ed allo stesso modo è pericoloso per le persone che vi entrino sulla Terra.

Quindi si tende a dire: “ok tu devi stare in un’atmosfera ad alta pressione, però dovresti ricevere anche un’atmosfera più ricca di ossigeno, addirittura ossigeno puro ad alta pressione”.

Una tecnica utilizzata d una società israeliana è di metterti nella camera iperbarica ad alta pressione, con una maschera sulla faccia e questa maschera ti porta ossigeno puro alla stessa pressione, così tu respiri l’ossigeno ma sei immerso in un’atmosfera di aria dove è più difficile che prende a fuoco tutto.

Questi sono trattamenti costosi che stanno facendo in molti, specie appunto dicevamo i divi di Hollywood, calciatori, persone ricche e sta diventando una moda quella di avere la camera iperbarica personale a casa propria e queste, a loro volta, sono piuttosto costose.

Qui entra in gioco questa azienda che ha sviluppato la camera iperbarica pieghevole, gonfiabile essenzialmente, è una versione più semplice, ovviamente, ma altrettanto efficace.

Si tratta di un tubo di gomma di un tessuto, molto spesso, che è chiuso con una zip, si chiude dall’interno, quindi uno può uscire quando vuole se è claustrofobico e poi c’è un compressore che aumenta la pressione dell’aria non così terribilmente, all’interno di questo tipo di tubo.

Ci si mette dentro, ci si sta una ventina di minuti, 40 minuti, quanto si vuole, si può tenere anche in camera da letto, volendo si ripiega, si mette sotto al letto e c’è spazio per tenercelo.

Quindi vediamo l’intervista col nostro amico Samir.

Siamo qui al Raad Fest di Los Angeles 2023 con questa azienda chiamata OxyHealth e questa è una camera iperbarica, quindi a cosa serve?

E’ utilizzata per molteplici scopi: gestisco la mia clinica che si basa sullo sport e sulla medicina.

Dove si trova la vostra clinica?

E’ a sud di Pasadena.

So che siete italiani, quindi probabilmente non vi è familiare.

Conosco il sud di Pasadena, ci sono stato.

E’ a circa 35, 45 minuti dal centro di Los Angeles, ci concentriamo sullo sport e sull’antiaging, che è uno dei motivi per cui siamo qui, ma trattiamo tutti i diversi tipi di condizioni.

Il corpo ha bisogno di ossigeno, non si può stare più di 2 minuti senza respirare, quindi, più ossigeno assume il corpo, meglio è per l’organismo.

Si tratta di una camera pressurizzata, per ora non abbiamo serbatoi, non è ossigeno al 100 per cento quello che entra nella camera, ma è aria dell’ambiente pressurizzata che la camera riceve.

Quindi è un’aria regolare.

E’ aria normale, ma pressurizzata.

Qual è la pressione?

La pressione è di 1, 3 atmosfere.

Quindi non molto più del livello del mare.

Sì, è a circa 12, 15 piedi sott’acqua, ma pressurizzato, quindi significa che l’ossigeno sarà molto migliore di quello assunto all’interno dei globuli rossi, dei globuli bianchi e di tutto il resto che poi si trasforma in liquido.

Per esaminare un’idea, si entra dentro, ci si chiude, perché c’è una cerniera.

Ci sono due cerniere, una per l’interno per evitare che si blocchi e una per l’esterno per assicurarsi che non esca nulla.

Se si vuole, si può uscire quando si vuole, senza essere claustrofobici.

Ha una valvola a sinistra e lo stesso indicatore all’interno, quindi, se siete claustrofobici potrete girare la manopola e uscire.

Uno dei grandi vantaggi di questa camera e di tutte le camere che vendiamo è la possibilità di autotrattamento, cioè di farlo da soli senza bisogno di un medico, senza bisogno di nessun altro intorno a voi, ma da soli.

E’ come una doccia.

E’ esattamente come una doccia: ad esempio, se la acquistate, vi insegnerò come usarla, riceverete da me una prescrizione così potrete averla per la vostra casa.

Normalmente ho detto che circa 20 anni fa questo non era disponibile per nessuno.

Assolutamente sì.

Per utilizzarlo bisognava recarsi in una clinica o in un ospedale, mentre ora è possibile portarlo a casa.

Quindi funziona con quale tipo di alimentazione? a rete o a batteria?

Potete usare qualsiasi cosa vi venga in mente, se avete una presa di corrente a casa vostra, potete usare quella e basta, oppure potete usare una batteria portatile e collegarla alla presa di corrente.

Non ci vuole molta elettricità.

Qualsiasi cosa alimenti il vostro televisore lo alimenterà, quindi può sopportare 12 v, può assorbire 12 v, funziona con quelli come una normale automobile.

E’ esattamente come un’auto normale, quindi non ci sarà alcun tipo di aumento sulla bolletta della luce.

Non sono sicuro per l’Europa, penso che l’Europa usi la 220.

Sono 220, quindi per noi sono 120, ma per l’Europa sono 220, quindi basta fare un piccolo aggiustamento.

Quanto tempo avete a disposizione per stare dentro?

Quindi, dipende dalla patologia che si sta cercando di trattare: in media consiglio, e la maggior parte dei medici ha detto di eseguire l’iperbarica per circa 60 minuti.

60 minuti quindi un’ora.

Un’ora, si possono fare incrementi, si possono mescolare, diciamo sempre di non fare sempre la stessa cosa, è una dieta e questo è il mio modo di vederla.

Una volta che il vostro corpo si è abituato, non funzionerà più, dovete essere in grado di variare un po’ se avete intenzione di fare 60 minuti, fateli al mattino, oppure cambiate, la sera, il pomeriggio e magari il trattamento successivo potrebbe essere di 65 minuti, o 75 minuti, non più di 90 minuti, dopo 90 minuti è solo uno spreco.

E voi dovete farlo ogni giorno, ogni settimana, con quale frequenza?

A seconda delle condizioni del paziente se si tratta di una lesione lieve, si otterranno risultati più rapidi con l’uso quotidiano, non più di qualsiasi altra persona che abbia una lesione acuta, ma se si aspetta e non si usa la camera, dopo 3 giorni si potrebbe dover ricominciare da capo.

Quindi, qualsiasi cosa entro 3 giorni va bene, qualsiasi cosa dopo 3 giorni di non utilizzo della camera, si ricomincia da capo.

Quali sono i principali effetti antinvecchiamento di questo tipo di trattamento.

Mi piace parlarne, perché questi sono gli studi più recenti in materia, quindi per l’antinvecchiamento si cerca di aumentare la produzione di collagene, migliorare l’elasticità della pelle e ridurre la comparsa di linee sottili e rughe.

Giusto, questo è il numero uno.

Ma non si tratta solo dell’aspetto, anche tutto il resto dell’organismo, per cui arriva più ossigeno agli organi come i reni, il fegato, lo stomaco e tutto il resto, come tutti gli indolenzimenti muscolari e tutti quelli che si allenano.

Io mi occupo di sport, quindi sono un po’ più esperto quando si tratta di sport, ma si può avere 85 anni e continuare a fare sport, anche camminare con qualsiasi indolenzimento, ti aiuterà.

Ci sono precauzioni particolari, serve una stanza speciale adattata o si può mettere dove si vuole?

In camera da letto va bene sì, si può tenere in camera da letto purché ci siano almeno tre piedi di spazio, in modo da potersi muovere e far entrare e uscire la persona dalla camera, soprattutto in questo caso.

L’ho in camera da letto e l’ho in ambulatorio, quello è in ambulatorio e questo è in ufficio.

Quindi funziona, purché ci sia abbastanza spazio intorno, va bene così.

Possiamo anche chiuderlo e poi aprirlo in modo che non sia rigido ma solo pressurizzato, ora è pressurizzato ma è morbido, non rigido, non troppo.

Più o meno conoscete il costo di questo prodotto?

Questa camera, in particolare, costa $23.000, ci sono camere usate che noi sconsigliamo, se andate su Ebay e cercate di acquistarle, tutte devono passare attraverso OxyHealth in modo da poterle certificare, il che significa che vengono sottoposte a test molto rigidi, prima di uscire di nuovo.

E’ considerato un dispositivo medico, quindi vogliamo assicurarci che tutti, se si tratta di una camera OxyHealth, passino attraverso l’intero processo di certificazione che richiede circa una settimana per assicurarsi che funzioni correttamente.

Quindi, i nuovi ovviamente non si preoccupano di usare la camera iperbarica, ma devono passare attraverso una certificazione ed i prezzi sono diversi a seconda di come sono, ma abbiamo questo a $23.000, altri a $15.000 ed altri ancora 9.000, se si desidera un’atmosfera più elevata ne abbiamo per 135.000 ed anche al di sotto.

Ma l’atmosfera è diversa da quella di 1.3.

Assolutamente sì, quindi ci sono diversi modelli e diversi tipi di effetti che si possono ottenere.

È tutto diverso, ho visto che negli Stati Uniti ci sono molte persone che iniziano a utilizzare questo tipo di trattamento e ci sono anche cliniche che lo offrono.

Ci sono stati degli studi provenienti da Israele che hanno fatto un vero e proprio boom, il che significa che per l’antiaging questo è stato uno dei motivi per cui la gente ha iniziato a comprare l’iperbarica, ma è diventato più evidente in tutto il mondo dopo l’uscita di quegli studi.

Quindi, lo studio ha detto, sapete come usare le camere iperbariche per l’antiaging e per qualsiasi tipo di recupero passivo che vogliate fare, cioè per qualsiasi tipo di condizione che possiate avere, l’uso della camera iperbarica vi aiuterà molto di più, perché riceverete più ossigeno nei vostri globuli rossi e nei globuli bianchi e tutto il resto si trasformerà in liquido.

Perciò le cliniche iniziano ad acquistare ora il portatile della camera, che si può portare a casa purché sia prescritta da un medico o da un qualsiasi ospedale della zona.

Grazie, grazie per il suo tempo.

Ricorda che la medicina ufficiale è importante e vanno seguite le indicazioni dei medici abilitati.

Non diciamo che queste cose si vanno a sostituire ad una vita sana, a una dieta equilibrata e al fatto di andare a farsi controllare tutte le volte che serve e assumere tutti i medicinali che ci vengono prescritti.

Questi sono potenziamenti che ci fanno rimanere operativi, lucidi e in grado di goderci la vita.

Iscrivendosi alla pagina (e mettendo un ‘mi piace’) si resterà aggiornati su tutte le tecnologie di estensione vitale e inversione dell’invecchiamento in sviluppo o già disponibili nel mondo, tramite articoli e video tradotti in italiano.

Registrati sul sito per ricevere automaticamente tutti gli aggiornamenti del Movimento rilevanti per la tua vita estesa e la tua salute potenziata:

Rimani sempre aggiornato anche con il nostro canale telegram, basta un click qui:

https://t.me/vitaestensione

Segui gratuitamente tutti gli episodi anche solo ascoltandoli sul podcast del Movimento Estensione Vita

su Apple:

https://podcasts.apple.com/us/podcast/movimento-estensione-vita/id1567804669

su Spotify:

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

nineteen − eighteen =